Welcome to MedicalPress a Premium Medical Theme
Titolo Immagine

News

Home  /  News (Pagina 3)

Gonalgia è il termine medico utilizzato per indicare un generico dolore al ginocchio, sintomo piuttosto diffuso che può colpire persone di tutte le età. GonalgiaLa gonalgia riconosce svariate cause: l'articolazione del ginocchio, infatti, è complessa e delicata, quindi esposta al rischio di rotture e alterazioni della funzionalità; ognuno degli elementi che la compongono - dai menischi ai legamenti, dalle rotule alle cartilagini - può essere interessato da processi patologici, quali infiammazioni, artrosi e malattie sistemiche. Oltre a sostenere il peso del corpo, il ginocchio deve compiere una serie di movimenti che mettono alla prova le strutture che ne costituiscono l'articolazione. Inoltre, questa

Diabete (dal greco διαβήτης, diabètes, derivato di διαβαίνω, diabàino, «passare attraverso») è un termine che identifica alcune patologie caratterizzate da poliuria (abbondante produzione di urina), polidipsia (abbondante ingestione di acqua) e polifagia (fame eccessiva). Comunemente il termine è utilizzato per indicare una malattia cronica, inquadrabile nel gruppo delle patologie note come diabete mellito, caratterizzata da un'elevata concentrazione di glucosio nel sangue, che viene a sua volta causata da una carenza (assoluta o relativa) di insulina nell'organismo umano, ormone che diminuisce la concentrazione di glucosio nel sangue. Fonte: Wikipedia

Il piriforme è un piccolo muscolo situato in profondità nella natica (dietro il grande gluteo), che si estende dalla superficie pelvica dell'osso sacro al bordo superiore del grande trocantere del femore; svolge un'importante funzione nella rotazione dell'anca e nei movimenti che consentono di girare l'arto inferiore verso l'esterno. In presenza di eventuali problemi, questo muscolo può comprimere il nervo sciatico nel punto in cui emerge da sotto il piriforme, prima di passare al di sopra dei rotatori laterali dell'anca. La sindrome del piriforme può essere provocata da diverse cause, che includono variazioni anatomiche del rapporto muscolo-nervo (es. ipertrofia muscolare, fibrosi

La posturologia è quella branca della medicina alternativa[1][2] non scientifica e non verificata che intenderebbe studiare i rapporti tra la postura del corpo e determinate patologie algiche che, secondo i sostenitori di tale pratica, deriverebbero da un errato assetto posturale. Secondo i posturologi, vari recettori del corpo se squilibrati potrebbero alterare la postura dell'individuo causando posizioni corporee scorrette nei tre assi dello spazio che, se in un primo tempo risultano anche asintomatiche, nel tempo potrebbero causare patologie algiche riferibili anche e/o solamente in altri apparati corporei lontani dal distretto in disfunzione. I recettori più importanti, secondo tali teorie, sarebbero: la pelle, l'occhio,

Il pavimento pelvico, o perineo, è l’insieme delle strutture muscolari e legamentose che delimitano inferiormente il bacino e comprendono l’area genito-urinaria e anale. Oltre a mantenere stabile il bacino e a consentirne i movimenti, il pavimento pelvico sostiene e partecipa alla funzione urinaria, fecale, sessuale e riproduttiva dell’organismo. La grande maggioranza dei pazienti che soffre di malattie pelvico-perineali è di sesso femminile (in media 9 pazienti su 10 sono donne): infatti, per ragioni congenite o acquisite – come le gravidanze e i parti, gli interventi chirurgici, la stitichezza cronica e la menopausa – molte donne subiscono un cedimento del pavimento pelvico,

La sindrome del tunnel carpale è una neuropatia dovuta all'irritazione o alla compressione del nervo mediano nel suo passaggio attraverso il canale carpale. La sindrome è dovuta più frequentemente all'infiammazione cronica della borsa tendinea dei flessori (tenosinovite), che comprime il nervo mediano. Può manifestarsi in corso di gravidanza, nei soggetti affetti da ipotiroidismo e nei malati di artrite reumatoide. È più frequente nei soggetti che utilizzano le mani per lavori di precisione e tipicamente ripetitivi. Essa è inoltre molto frequente (23% contro 1% di pazienti del campione di controllo) in chi soffre di fibromialgia. La sindrome si manifesta più spesso nei soggetti femminili

Per fasciosi o fascite plantare si intende un insieme di sintomi a prevalenza dolorosa che coinvolge la fascia plantare. Fra le cause che comportano dolore alla base del calcagno è la più diffusa. Solitamente le sindromi che coinvolgono le manifestazione tipiche del dolore vengono definite fasciti plantari, ma il termine non è corretto in quanto non è evidenziata nessuna infiammazione durante la manifestazione. Risulta essere più diffusa nel sesso femminile e in soggetti obesi, poiché in questi ultimi il peso abnorme causa schiacciamento delle parti molli del piede causando stress. I sintomi e i segni clinici che presentano dolore tipico si manifestano nell'episodio

La spina calcaneare è uno sperone osseo anomalo (osteofita), simile a una spina di rosa o a un artiglio, che si sviluppa nella parte posteriore o inferiore del calcagno. Il calcagno è una delle 7 ossa del tarso; il tarso è uno dei tre gruppi ossei costituenti lo scheletro del piede. Spesso associata a fascite plantare o a problematiche al tendine d'Achille, la spina calcaneare è la possibile conseguenza di: lesioni a carico di un tendine o un muscolo del piede, stiramenti eccessivi della fascia plantare oppure strappi ripetuti del periostio del calcagno. Il sintomo più caratteristico della spina calcaneare è il dolore

Il dito a scatto, definito anche tenosinovite stenosante dei flessori delle dita, è un'infiammazione che colpisce il complesso tendine-guaina sinoviale, determinando dolore e progressiva inabilità della mano. A causa del processo infiammatorio, i tendini flessori coinvolti trovano difficoltà nello scorrere attraverso la guaina tenosinoviale, fino a determinare il blocco completo dell'articolazione metacarpo-falangea. Nel passaggio dalla posizione di flessione a quella di estensione, il paziente avverte uno "scatto", determinato dalla difficoltà di superare l'ingresso del canale, a causa del rigonfiamento alla base dell'articolazione. Le dita più frequentemente interessate dal disturbo sono il pollice, il medio o l'anulare della mano dominante. Dal punto di

La rizoartrosi, o rizartrosi, è l'artrosi dell'articolazione trapezio-metacarpale che risiede alla base del pollice e da cui dipende il movimento di opposizione del primo dito della mano alle altre dita. https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/02/01/rizoartrosi-orig.jpegShutterstock Caratterizzata da un'infiammazione di tipo cronico, la rizoartrosi è più spesso il risultato di una combinazione di fattori (età avanzata, sesso femminile, genetica ecc.), che non di una causa singola. La presenza di rizoartrosi è generalmente associata a sintomi quali: dolore e indolenzimento alla base del pollice, rigidità articolare e difficoltà di movimento. Diagnosticata mediante un'analisi del quadro sintomatologico e un esame ai raggi X, la rizoartrosi è una condizione curabile solo sotto